Protoplasma e Respirazione Primaria


schermata-2016-10-25-alle-13-16-50Franklyn Sills scrive  suo libro “le Basi della Biodinamica Craniosacrale” a pag 18:

“La Marea Lunga e le sue azioni sono conosciute anche in alcune aree scientifiche di confine.C’è uno splendido video della ricerca di un botanico, William Seifriz, su un organismo vivente primordiale, lo slime mold, una muffa mucillaginosa. La ricerca è stata effettuata all’Università di Pennsylvania nel 1950. Lo slime mold è formato da una massa fluida indifferenziata di protoplasma, senza membrane cellulari, con nuclei cellulari multipli liberi nello spazio fluido. Seifriz studiò lo slime mold al microscopio e notò che il suo protoplasma cambia costantemente la direzione del suo flusso ogni cinquanta secondi. Notò anche che c’è un ritmo stabile, che non viene influenzato dalle tossine o dall’anestetico che egli introdusse nel protoplasma dello slime mold. Questo ritmo si rivelò essere sempre presente come un fattore sottostante, e addirittura continuò a scorrere quando lo slime mold fu anestetizzato e il suo protoplasma sembrò addensarsi per proteggersi. Come vedremo, la Marea Lunga non subisce condizionamenti, non va in shock, né contiene forze inerziali o condizionate. Sostiene semplicemente la creazione e il mantenimento della vita. Seifriz disse, con una grande intuizione, che se avessimo potuto semplicemente capire la natura di quel flusso ritmico costante e stabile, saremmo stati vicini a comprendere la vita stessa! Stava osservando l’azione della Marea Lunga direttamente in un organismo primordiale (Seifriz 1954).

Ecco il video originale 

La trascrizione italiana del testo protoplasma-slime-mold

Una ricerca. explaining-the-pulse-of-protoplasm-the-search-for-molecular-mechanisms-of-protoplasmic-streaming
Twentieth century observations of cellular fibers at sites of motive force combined with a macromolecular perspective led biologists to embrace explanations based first on the contractile proper- ties of proteins and later, following muscle research, explanations based on protein interactions. Explaining the pulse of protoplasm thus moved from a problem of explaining the mechanism of contraction to a problem of explaining how contraction could be regulated to produce the ebb and flow of protoplasm.

E finalmente un rivelazione attualissima sull’intelligenza del protoplasma !
Grazie a Edda che l’ha segnalata:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...